MENU

APPARTAMENTO SR

Casa per un cuoco

Recupero di un appartamento che occupa l’ultimo livello di un’anonima palazzina degli anni ’70 sulle colline torinesi.

 

Leggi di piĆ¹

Un evento inaspettato e drammatico come un incendio è alla base della coraggiosa proposta progettuale che ha ispirato una letterale "rinascita dalle proprie ceneri" dell'intero appartamento. La vista di un angolo di cielo da uno squarcio nel tetto danneggiato si è trasformata nel primo spunto progettuale. Proprietaria dell'abitazione una coppia con due figli e la grande passione per l'alta cucina. Dar forma a questa passione trasformandola in principio ordinatore del progetto è stata la suggestiva intuizione: lo spazio destinato alle attrezzature di cucina, rigorosamente professionali, diviene il cuore dell'abitazione. Le ampie superfici vetrate che si aprono su di esso, estendendosi a gran parte del tetto soprastante il soggiorno, consentono un incremento straordinario dell'illuminazione naturale dell'abitazione. Le pareti che delimitano la zona giorno si interrompono prima di incontrare le travi portanti del tetto assumendo la connotazione di quinte mobili in un teatro. La vista corre così libera da ogni punto dando una lettura unitaria dell'ambiente. Buona parte degli arredi è realizzata su disegno ricercando un contrasto tra l'opaca solidità di arredi fissi in lastre di legno di acero e la trasparente leggerezza del cristallo nelle porte. Il collegamento con l'ambiente di ingresso situato al piano sottostante avviene mediante una scala che ha parte della rampa sollevabile per consentire lo spostamento degli arredi.

 

photo by adriano pecchio